About

VETERASMUS LOGO

Il progetto “TOUR.SKILLS – How to improve management in tourism achievements through implementation of digital skills” nasce per dare una risposta all’alto tasso di disoccupazione giovanile, che secondo i dati Eurostat, pur avendo assistito, nei primi mesi del 2016, a una lieve diminuzione coinvolge ancora circa quattro milioni di giovani tra i 15 e i 24 anni, mostrando, per altro, forti divergenze tra i diversi Stati Membri. Si passa dal tasso di disoccupazione giovanile tedesco del 6.9% (il più basso all’interno della UE) a quello greco (il più alto) del 48,9%. L’Italia registra un valore del 39,9%. (Eurostat 63/2016). Questa difficoltà è riconducibile a numerosi fattori: scarsa conoscenza del mercato lavorativo; percorsi scolastici e didattico-formativi non sempre in linea con le esigenze del mercato; basso numero di esperienze lavorative in periodo scolastico e, laddove hanno luogo, sono comunque di bassa qualità.

 

Erasmus-Blue-850-x-350

Il progetto focalizza la propria attenzione sul settore turistico, settore dal forte potenziale economico ed occupazionale, vista la crescita economica, a cui esso sta globalmente assistendo: Per l’Italia i dati dell’ENIT(Agenzia Nazionale del Turismo) hanno confermato nel 2015 il posizionamento del paese, all’interno delle graduatorie mondiali, al 5° posto per numero degli arrivi e al settimo posto per numero di introiti. Dato l’ampio patrimonio italiano e il periodo particolarmente favorevole per il turismo, si tratta però, di risultati che potrebbero crescere ulteriormente con una maggiore implementazione dei sistemi digitali ed informatici. Tale necessità è stata analizzata, anche, dal Ministero dei Beni culturali all’interno della “Strategia per la Crescita Digitale”, il documento di accompagnamento italiano dell’Accordo di Partenariato con l’Unione Europea per i fondi 2014-2020 per la digitalizzazione del settore.

In base a quanto detto TOUR.SKILLS propone la mobilità della durata di 21 giorni (compresi 2 di viaggio) di 93 studenti di III^ e IV^ superiore che non abbiano compiuto 18 anni provenienti da Istituti tecnici del turismo, alberghieri, professionali e cinematografici, al fine di fornire ai partecipanti esperienze lavorative, molto prima che essi escano dal percorso scolastico, fornendo loro un know-how per una scelta consapevole del futuro percorso di studio e lavoro. Paesi di destinazione: Spagna e Malta.

L’idea di TOUR.SKILLS è, infatti, di potenziare, attraverso la formazione dei lavoratori del domani nel settore turistico, un settore in cui l’Europa e l’Italia hanno sviluppato una cultura secolare, ma in cui emerge, al pari di altre mete turistiche, la necessità di innovare la propria offerta turistica con prodotti nuovi, in grado di rispondere sia a turisti più attenti all’ecosostenibilità, sia a fasce di mercato sempre più desiderose di sperimentare innovazioni di settore.

Obiettivi progettuali:

-fornire esperienze di tirocinio pratico agli studenti;

-avvicinare il mercato del lavoro a quello scolastico-formativo;

-promuovere una maggiore cultura digitale nel tessuto studentesco anche tenendo presenti le indicazioni della Commissione Europea nella New Skills Agenda (giugno 2016) e intavolare una riflessione sul potenziale sviluppo che l’uso delle ITC può apportare nel settore turistico;

-migliorare il bagaglio linguistico e informatico-digitale degli studenti;

-favorire un confronto a livello europeo sulle varie figure professionali esistenti nel settore turistico e su quelle emergenti in chiave ECVET;

-contribuire al raggiungimento degli obiettivi fissati dal Governo Italiano in materia di digitalizzazione dei curricula scolastici all’interno del PNSD (Piano Nazionale Scuola Digitale).

La metodologia utilizzata per implementare l’attività nevralgica del progetto (l’azione di mobilità), si baserà sul learning by doing, un valore aggiunto rispetto alla didattica classica perché comporta la consapevolezza di attività accompagnate da una sorta di meditazione su un’azione senziente.

Risultati attesi:

-promozione e partecipazione alla vita socio-economico-culturale in UE e al mercato del lavoro europeo da parte dei giovani;

-sviluppo e crescita della cittadinanza attiva e del dialogo interculturale;

-incentivo al processo di riconoscimento delle qualifiche e dei relativi strumenti di certificazione ECVET nel contesto italiano;

-creazione di una maggiore consapevolezza delle opportunità offerte dal settore digitale in generale e, nello specifico ambito del turismo;

-sostegno ai processi di internazionalizzazione degli organismi formativi e delle imprese;

-contributo all’individuazione di nuove strategie e strumenti per ridurre fenomeni di drop out e abbandono scolastico.

 

Documenti utili:

New Skills Agenda for Europe

Piano Nazionale Scuola Digitale